Strage Berlino, “Amri sparò all’autista polacco 4 ore prima dell’attacco”

 

strage-berlino-lukasz-urban

L’autopsia effettuata sul corpo dell’autista polacco Lukasz Urban, prima vittima del terrorista Anis Amri a Berlino, ha rivelato che Amri gli aveva sparato, colpendolo alla testa, e lo aveva pugnalato tra le 16.30 e le 17.30 il giorno dell’attentato. A riferirne è stata la ‘Bild’ precisando che secondo le analisi condotte il 37enne aveva perso molto sangue a causa di quelle ferite. Questo non esclude che il cittadino polacco fosse ancora vivo al momento in cui Amri ha lanciato il suo Tir carico contro la folla riunita nel mercatino sulla Breitscheidplatz.

Secondo i medici Urban poteva essere ancora cosciente ma non in grado di agire per fermare l’attentatore, scrive la Bild citando l’esito dell’autopsia e precisando che le tracce trovate sul volante del camion e che hanno lasciato pensare ad un intervento volontario dell’uomo possano invece essere state lasciate al momento del violento impatto del Tir. ADNKRONOS

Quindi, secondo la Bild, Amri sarebbe stato per 4 ore a Berlino nel camion, in una cabina inondata di sangue (e sporco di sangue egli stesso), con un morto (o ferito grave) senza che nessuno si sia accorto di niente!



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -