Terrorismo islamico: tunisino espulso dall’Italia

 

ROMA, 23 DIC – Oggi è stata eseguita un’altra espulsione per motivi di sicurezza dello Stato. Si tratta di un 37enne tunisino, già detenuto per reati comuni e segnalato per aver manifestato fondati segnali di radicalizzazione religiosa. E’ stato quindi rimpatriato dalla frontiera aerea di Fiumicino, con un volo diretto a Tunisi. Lo fa sapere il Viminale. Non sarebbe collegato al killer di Berlino ucciso questa notte.

Con il provvedimento di oggi, sono 131 le espulsioni di estremisti dal gennaio 2015 ad oggi, di cui 65 nel corso del 2016. “Grazie alle indagini svolte dai servizi di sicurezza e di prevenzione – comunica il Viminale – è stato accertato che lo straniero, successivamente al suo ingresso nella struttura detentiva, aveva assunto gli atteggiamenti del musulmano ortodosso, esercitando la sua influenza ed il suo carisma per cambiare le abitudini religiose all’interno del carcere, inducendo i suoi compagni di detenzione a praticare la preghiera all’interno della propria cella”. ansa



   

 

 

1 Commento per “Terrorismo islamico: tunisino espulso dall’Italia”

  1. ESPULSIONI . HO LETTO UNA CARITATEVOLE ESPRESSIONE..:
    I CLANDESTINI, E CHI NON HA DIRITTO, OCCORRE SENTIRE LO STATO DI APPARTENENZA SE (????) LI RIPENDONO.-???
    HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH.!
    ALLO STATO DI APPARTENENZA GLI MANDERI IL CONTO PER LE SPESE DA NOI A LORO FATTE PER LA SOPRAVVIVENZA CON INTERESSI AGGIUNTI..!!!!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -