La Svizzera ha rispedito in Italia 15mila migranti

 

Anche se nessun telegiornale italiano ne parla la situazione degli immigrati africani accampati a Como e’ esplosiva e il problema peggiora di giorno in giorno.

profughi-svizzera

Ernesto Molteni, segretario provinciale del sindacato autonomo di polizia (Sap) di como ha dichiarato che dall’inizio dell’anno a oggi gli agenti in servizio alla frontiera, che già sono pochi, hanno dovuto far fronte a ben 15mila migranti respinti dalla polizia elvetica e rispediti in Italia.

Nei giorni scorsi in Questura si è svolta un’assemblea sindacale del Sap lariano a cui ha partecipato il segretario generale Gianni Tonelli. Al termine della riunione, Molteni ha accompagnato il numero uno nazionale del Sindacato autonomo di polizia a verificare di persona la situazione in città per quanto riguarda i migranti.

“Nel pomeriggio siamo andati a vedere le condizioni dei nostri colleghi impegnati alla frontiera con la Svizzera, spiega Molteni. Già questa estate abbiamo denunciato la carenza di organico a fronte di un flusso continuo di migranti, ora è emerso anche il dato complessivo dei migranti che le forze dell’ordine elvetiche hanno respinto e riconsegnato all’Italia, in particolare agli agenti in servizio alla dogana comasca: da gennaio a oggi sono stati 15mila e bisogna ricordare che la polizia di frontiera, già sotto organico, ha ricevuto soltanto un unico agente di rinforzo”.

Ma gli organici sottodimensionati sono solo uno dei problemi della polizia comasca: “Tra pensionamenti e trasferimenti, considerando i rinforzi inviati dal ministero dell’Interno, il saldo per la nostra provincia è negativo – aggiunge Molteni -. Rispetto allo scorso anno, infatti abbiamo perso in tutto 22 colleghi”.

Certo era prevedibile che la Svizzera avrebbe respinto questi falsi asilanti e chiunque con un po’ di buonsenso avrebbe capito che la situazione a Como sarebbe esplosa ma evidentemente per il Pd questo problema non esiste e non a caso solo il Corriere di Como ha riportato questa notizia perche’ per i tg nazionali queste storie devono essere censurate.

Noi ovviamente non ci stiamo e continueremo ad informare gli italiani al fine di evitare che Como diventi un’altra Calais.

GIUSEPPE DE SANTIS – Londra – IL NORD



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -