Grecia: approvata legge bilancio 2017, ancora tagli e tasse

 

Il Parlamento greco ha approvato le legge di bilancio per il 2017, è ancora fatta di tagli e tasse ma con la promessa (bufala, ndr) di vedere la luce in fondo al tunnel nel corso dell’anno. A favore hanno votato i 152 deputati di Syriza, contro i 146 dell’opposizione. Il governo tiene fede agli impegni con i creditori, che negli ultimi giorni hanno concesso una rimodulazione delle scadenze e una riduzione degli interessi per consentire al Paese di riguadagnare l’accesso al mercato.

“Ci avviamo al terzo anno consecutivo nel quale il governo raggiunge i suoi obiettivi – ha detto Alexis Tsipras -. Prevediamo di andare anche al di là dell’obiettivo di un avanzo primario dell’1,75% del PIL, per il quale ci siamo impegnati con i creditori. L’avanzo primario è previsto al 2%”.

La manovra prevede tagli di spesa, in prevalenza su salari e pensioni pubbliche, per 5,7 miliardi e nuove tasse per un miliardo: dagli alcolici al tabacco, dalle auto alla pay tv.

Il corrispondente di Euronews:
“Il governo di coalizione guidato da Alexis Tsipras ha avuto una serata tranquilla in Parlamento, perché la legge di bilancio è passata. I problemi da risolvere però restano difficili come sempre, perché la prolungata austerità sta causando la forte reazione di molti professionisti e gruppi sociali che anno dopo anno subiscono tagli continui”. EURONEWS

Comunisti e UE hanno solo obiettivo: creare piu’ poveri



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -