Commissione UE: “rispedire i richiedenti asilo in Grecia”

 

La Commissione europea ha detto, attraverso una raccomandazione, che gli Stati membri dell’Unione dovrebbero poter rispedire i richiedenti asilo in Grecia a partire da metà marzo. La presa di posizione è un primo passo per ripristinare una politica europea comune in tema di immigrazione, collassata a causa dei massicci flussi di ingresso registrati nel 2016.

Germania, congresso Cdu: mozione per espellere finti profughi, ndr

Secondo le regole comunitarie, il paese di ingresso è responsabile della gestione della domanda di asilo politico. Il problema però è che questo principio è andato in frantumi lo scorso anno in Grecia, la principale porta d’ingresso d’Europa per milioni di migranti.

Incapace di far fronte all’emergenza, la Grecia ha lasciato che i migranti attraversassero il suo territorio procedendo verso i più ricchi paesi d’Europa come la Germania. Ciò ha indotto altri Stati membri a chiudere gradualmente le frontiere.

La Commissione ha oggi riconosciuto gli sforzi di Atene nell’organizzare strutture di accoglienza e registrazione per i richiedenti asilo.

La Commissione raccomanda che sia consentito agli stati membri rimandare in Grecia i richiedenti asilo che siano entrati in Europa dal paese. “Sarà un ulteriore disincentivo contro gli ingressi irregolari e i movimenti secondari, ed è un passo importante per il ritorno al normale funzionamento del sistema”, spiega il vice capo della Commissione, Frans Timmermans.

(Gabriela Baczynska – reuters)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -