Siria, Mosca: “i militanti che non lasciano Aleppo saranno eliminati”

 

“I militanti che rifiutano di lasciare Aleppo saranno eliminati”. Lo ha detto il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov in una conferenza stampa a Mosca. Lavrov ha inoltre definito “un attacco premeditato” l’attacco all’ospedale da campo russo di ieri, ad Aleppo, dove sono morte due persone del personale medico, e ha smentito che ci siano trattative “serie” in corso con gli Usa da parte di Mosca. (askanews)

I ribelli da Aleppo si rifiutano di accettare la nuova proposta russa per lo sgombero “sicuro” della città, riporta The Times. “Lunedì sera, ribelli e terroristi hanno detto che avrebbero preferito combattere fino all’ultimo respiro, piuttosto che accettare la proposta russa, che viene offerta per consentire loro di ritirarsi dalla città e smettere di combattere”, scrive la pubblicazione britannica da Beirut.

Due persone del personale medico russo sono state uccise nell’attacco ieri a un ospedale da campo a Aleppo, a quanto pare dal territorio controllato dai ribelli, ricorda l’articolo. “Il sangue dei nostri soldati è nelle mani di chi ha commissionato tale delitto”, ha detto il generale russo Igor Konashenkov, portavoce della difesa.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -