Referendum, Casa Bianca: il voto non ferma le riforme in Italia

 

Siamo di fatto una colonia agli ordini degli USA, altrimenti la Casa Bianca non si permetterebbe di parlarci in questo modo.

WASHINGTON, 5 DIC – “Gli italiani sono impegnati in un ampio confronto a livello nazionale sulle riforme da adottare per mettere il Paese su una strada che porti ad una amministrazione più stabile ed efficace e per sostenere crescita economica e maggiori investimenti stranieri. Questo voto è stato soltanto un capitolo di quel dialogo, non la sua fine. Continuerà nelle settimane e nei mesi a venire“.

Così fonti dell’amministrazione Obama commentano all’ANSA l’esito del referendum in Italia. (ANSA)

(askanews) – “E’ rischioso semplificare, paragonando i potenziali effetti del referendum sulla Brexit con quelli del referendum italiano”. Questo il commento di Josh Earnest, portavoce della Casa Bianca, a una domanda sul voto di ieri nel suo briefing con la stampa statunitense. Earnest ha aggiunto che non bisogna dipingere i potenziali effetti dell’esito del referendum in modo generalizzato, ricordando che non riguardava la relazione con l’Unione europea, anche se c’è una tendenza che lega questi due eventi e anche le presidenziali statunitensi. Earnest ha ricordato che, a ottobre, Obama aveva detto, durante l’incontro con il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, di augurarsi il sostegno degli italiani al referendum e alle riforme del governo.



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -