Segregata dal fidanzato tunisino, senza cibo per 2 giorni: salvata dalla Polizia

 

BRESCIA – Due giorni e altrettante notti al freddo: niente acqua, niente cibo. La porta della casa abbandonata, riparo di fortuna sua e del fidanzato, chiusa dall’esterno con un lucchetto. Un solo modo per salvarsi: usare le poche energie rimaste per chiedere aiuto. E proprio quelle flebili urla hanno attirato l’attenzione di qualche passante, che ha allertato le forze dell’ordine.

La porta della casa di via Morosini, disabitata da tempo e rifugio di molti senzatetto, è stata sfondata dai Vigili del Fuoco di Brescia, intervenuti insieme alla Polizia locale. Alla vista degli agenti, la giovane – una 31enne bresciana – è scoppiata in lacrime. Infreddolita e spaventata, ma tutto sommato in buone condizioni, è stata trasportata in ospedale e poi ricoverata.

La donna, conosciuta alle forze dell’ordine per problemi di tossicodipendenza, ha riferito di essere stata segregata e abbandonata dal suo compagno, un pregiudicato tunisino. Il caso è finito sui tavoli della Procura di Brescia, che dovrà far luce sul’episodio. Tante le ipotesi al vaglio degli inquirenti, che dovranno capire se si è trattato di un abbandono volontario, o se la situazione sia degenerata a causa dell’eccessivo consumo di droga e alcol.

bresciatoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -