Censis: Istituzioni “inermi perché vuote o occupate da altri poteri”

 

senato-vuoto

Le istituzioni sono “profondamente in crisi”, sono “inermi perché vuote o occupate da altri poteri”, e non riescono più “a fare da cerniera fra mondo politico e corpo sociale”, mentre è “grande il distacco fra popolo e politica”, tanto che i due corpi “si rintanano su se stessi”, ognuno “va per proprio conto”. Un mix che “alimenta il populismo”.

E’ il Censis a tracciare il perimetro in cui versa la società italiana nelle sue diverse declinazioni nel Rapporto 2016 sulla Situazione Sociale del Paese, diffuso oggi. “Nel parallelo ‘rintanamento chez soi’ di politica e società cresce il populismo” afferma il Censis che indica la “pericolosa faglia che si va instaurando tra mondo del potere politico e corpo sociale, che vanno ognuno per proprio conto, con reciproci processi di rancorosa delegittimazione”.

“Il corpo sociale si sente rancorosamente vittima di un sistema di casta” avvertono gli analisti dell’istituto, mentre “il mondo politico si arrocca sulla necessità di un rilancio dell’etica e della moralità pubblica” e le “istituzioni non riescono più a ‘fare cerniera’ tra dinamica politica e dinamica sociale, di conseguenza vanno verso un progressivo rinserramento”. adnkronos



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -