Contratto statali, c’è l’accordo: aumento medio 85 euro al mese

Condividi

 

 

Accordo fatto fra governo e sindacati sul rinnovo del contratto del pubblico impiego. E’ stato firmato dai leader di Cgil, Cisl e Uil, Susanna Camusso, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo dopo una trattativa di oltre sette ore con il ministro della Funzione Pubblica, Marianna Madia. L’intesa prevede aumenti in busta paga non inferiori a 85 euro medi mensili. “Il parametro di un aumento di 85 euro medi è il parametro che il governo ha insistito a tenere”, puntualizza il ministro, evidenziando che vale il principio “di un maggior sostegno a chi ha redditi bassi e chi ha sofferto di più la crisi”. In sostanza, “non è detto che l’incremento sia uguale per tutti”, andrà “di più a chi ha di meno”.

Arriva subito, via Twitter, il commento a caldo del premier Matteo Renzi. “Dopo sette anni #lavoltabuona per i dipendenti pubblici. Riconoscere il merito, scommettere sulla qualità dei servizi #passodopopasso”.

Passo che si concretizza grazie allo stanziamento di nuove risorse. Il governo “si è impegnato per un totale di 5 mld di euro nell’arco di un triennio 2016-2018” per i rinnovi contrattuali dei 4 comparti della Pa, annuncia il segretario generale della Cgil Susanna Camusso al termine dell’incontro di Palazzo Vidoni. adnkronos

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -