Contratto statali, c’è l’accordo: aumento medio 85 euro al mese

 

Accordo fatto fra governo e sindacati sul rinnovo del contratto del pubblico impiego. E’ stato firmato dai leader di Cgil, Cisl e Uil, Susanna Camusso, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo dopo una trattativa di oltre sette ore con il ministro della Funzione Pubblica, Marianna Madia. L’intesa prevede aumenti in busta paga non inferiori a 85 euro medi mensili. “Il parametro di un aumento di 85 euro medi è il parametro che il governo ha insistito a tenere”, puntualizza il ministro, evidenziando che vale il principio “di un maggior sostegno a chi ha redditi bassi e chi ha sofferto di più la crisi”. In sostanza, “non è detto che l’incremento sia uguale per tutti”, andrà “di più a chi ha di meno”.

Arriva subito, via Twitter, il commento a caldo del premier Matteo Renzi. “Dopo sette anni #lavoltabuona per i dipendenti pubblici. Riconoscere il merito, scommettere sulla qualità dei servizi #passodopopasso”.

Passo che si concretizza grazie allo stanziamento di nuove risorse. Il governo “si è impegnato per un totale di 5 mld di euro nell’arco di un triennio 2016-2018″ per i rinnovi contrattuali dei 4 comparti della Pa, annuncia il segretario generale della Cgil Susanna Camusso al termine dell’incontro di Palazzo Vidoni. adnkronos



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
ti chiediamo di fare una donazione.

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
e un sito privo di pubblicità.
Fai una donazione!


Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -