Istat, nuovo calo delle nascite in Italia: 17mila in meno nel 2015

 

culle vuote

Prosegue il calo delle nascite in Italia. Nel 2015, riferisce l’Istat, sono stati iscritti in anagrafe per nascita 485.780 bambini, quasi 17mila in meno rispetto al 2014, a conferma della tendenza alla diminuzione della natalità (-91mila nati sul 2008). Il calo riguarda soprattutto le coppie di genitori entrambi italiani. I nati da questa tipologia di coppia scendono a 385.014 nel 2015 (oltre 95 mila in meno negli ultimi sette anni).

In calo anche il numero di nati da genitori entrambi stranieri: nel 2015 scendono a 72.096 (quasi tremila in meno rispetto al 2014). In leggera flessione anche la loro quota sul totale delle nascite (pari al 14,8%). Per il secondo anno consecutivo, sono in diminuzione anche i nati con “almeno un genitore straniero”, che nel 2015 sono 100.766 (20,7% del totale), rispetto ai 104.056 del 2014.

Crescono nati coppie non sposate: quasi 1 bimbo su 3 – I nati da genitori non coniugati (quasi 140mila nel 2015) sono ancora in crescita. Essi rappresentano il 28,7% del totale delle nascite, superando il 31% al Centro-Nord: quasi un bimbo su tre. I nati all’interno del matrimonio continuano invece a diminuire sensibilmente: nel 2015 sono 346.169 (quasi -120mila in soli sette anni). tgcom24



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -