Elezioni Usa, Trump furioso: riconteggio dei voti in Wisconsin è una truffa

 

U.S. Republican presidential candidate Donald Trump speaks at the Family Leadership Summit in AmesIl presidente eletto degli Stati uniti Donald Trump ha definito il riconteggio dei voti delle presidenziali in Wisconsin, un’iniziativa richiesta dalla candidata del Partito verde alla quale ha dato il suo sostegno ieri anche la campagna della candidata democratica Hillary Clinton, una truffa.

Trump ha sostenuto che la sua vittoria va rispettata, “non messa in discussione e insultata”.

Il riconteggio, richiesto dalla candidata ambientalista Jill Stein, è uno schiaffo – ha detto Trump – “a un risultato che è stato già ammesso” dalla rivale Clinton. La campagna della democratica, ieri, ha dato il sostegno all’iniziativa pur sostenendo di non voler mettere in discussione il risultato e di non aver rilevato direttamente irregolarità. “E’ importante sottolineare che, con l’aiuto di milioni di elettori nel paese, abbiamo ottenuto 306 voti elettorali nell’Election Day: il miglior risultato di ogni repubblicano dal 1988″, ha detto ancora Trump. Per questo, l’iniziativa “è una truffa del Partito verde per un’elezione che è stata già ammessa, e i risultati di quest’elezione andrebbero rispettati, non messi in discussione o insultati, che è esattamente quello che Jill Stein sta facendo”. (Fonte Afp)



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -