Corteo movimenti Roma, “c’è chi dice no”, ”Renzi vattene”

 

roma-no

“Siamo in cinquantamila”. Lo dicono gli organizzatori del corteo nazionale per dire ‘no’ al referendum di domenica prossima sulla riforma costituzionale

ROMA, 27 NOV – “Abbiamo subìto per troppo tempo ora c’è chi dice no”. Si è aperto con questo striscione il corteo per il No al Referendum partito da piazza della Repubblica. In piazza le varie realtà contrarie alla riforma: dagli studenti ai movimenti, fino ai no Tav. La manifestazione arriverà a Piazza del Popolo dove è in programma un concerto conclusivo.

“Da tutta Italia siamo venuti qui a portare il nostro No sociale”, hanno detto al megafono gli organizzatori.
Numerosi gli striscioni contro il presidente del Consiglio: ‘Cacciamo Renzi’, ‘La casa è un diritto, Renzi vattene’, ‘Il popolo sovrano dice No alla schiforma costituzionale’.

In piazza tanti studenti: ‘Sul nostro futuro decidiamo noi’ recita uno dei loro striscioni; e molti contestano anche il Jobs Act. In piazza anche ‎le ‘Vittime del Salva-Banche’ con cartelli contro la ministra Maria Elena Boschi. (ANSA)



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -