Trump si stacca dal coro: “Castro dittatore che ha oppresso il suo popolo”

 

Prima un tweet laconico, poi un messaggio. Con un cinguettio di 4 parole -”Fidel Castro è morto!”- il presidente eletto americano Donald Trump ha reagito alla notizia della morte del lider maximo cubano.

Più tardi, Trump ha espresso un giudizio più articolato su “un brutale dittatore che ha oppresso il suo popolo per quasi sei decenni“. Nel testo, il magnate ha assicurato che “la nostra amministrazione farà tutto quanto in suo potere per garantire che il popolo cubano possa finalmente intraprendere il suo viaggio verso la prosperità e la libertà”.



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -