Califfo ai mujaheddin kosovari: “dovete colpire l’Italia adesso”

 

al-baghdadi

‘Isis ha dato mandato ai mujaheddin kosovari o comunque dell’area balcanica di colpire il territorio italiano”. Il “cifrato”, riporta il Fatto, è sul tavolo dell’antiterrorismo. L’allarme non arriva dai Paesi dell’area mediorientale ma dalle nostre carceri, in particolare da quella di Rossano Calabro, che è, insieme a quella di Macomer in Sardegna, l’istituto dove si trovano la maggioranza dei detenuti per terrorismo islamico.

“Il dato è rilevante, da quando è scattata l’emergenza per possibili attacchi del Califfato è la prima volta che abbiamo una segnalazione così specifica”, spiega una fonte qualificata della nostra intelligence.

“Ancora non sappiamo come sia filtrata”, continua la fonte, “se sia frutto di una intercettazione oppure di una confidenza fatta a qualche agente della polizia penitenziaria”. Di più. Da quanto emerge dall’informativa del Dap, gli ordini sono arrivati dal dipartimento del Califfo per gli attacchi all’estero e spiegano anche il tragitto che i combattenti devono seguire: ovvero passare dal Kosovo in territorio bosniaco per poi proseguire verso l’Italia, facendo tappa in Svizzera oppure entrando a Trieste.

L’Arabia Saudita ha trasformato il Kosovo in un covo di jihadisti

Gli obiettivi dei terroristi sono una incognita: “Ma certo il nord e parte del centro Italia rappresentano le aree dove maggiormente si concentrano le comunità originarie dei Balcani”. C’è poi una nota riservata dei Servizi segreti che denuncia: “Le intensificate attività di proselitismo radicale nei Balcani presentano elevati profili di minaccia per l’Italia, in virtù della sua contiguità geografica e della presenza sul territorio nazionale di compagini originarie di quei paesi, che rimangono chiuse e autoreferenziali laddove i vincoli etnici risultano più forti della spinta all’ integrazione”. In questo momento sono tre i luoghi sotto osservazione: la comunità di Monteroni d’Arbia in provincia di Siena e alcune aree di Lecco e Cremona. LIBERO



   

 

 

1 Commento per “Califfo ai mujaheddin kosovari: “dovete colpire l’Italia adesso””

  1. Gli americani aggredirono la Serbia con la complicità della NATO, dei media e di tutti i partiti, in particolare il partito Radicale (Soros) si distinse per la sete di sangue e guerra, le notizie che “incriminavano” i serbi erano false.
    L’obbiettivo degli USA, dunque di banche e multinazionali era proprio quello di creare un enclave mussulmana integralista nel continente europeo da cui poter destabilizzare il resto dell’Europa.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -