Detenuto in permesso premio violenta e rapina donna in un ufficio

 

stupratore-bari

Nonostante fosse in permesso premio, ha fatto irruzione in un ufficio pubblico del centro cittadino, minacciando con un coltello una giovane impiegata, costrigendola a consegnare i soldi che aveva nel portafogli. Quindi, dopo averla strattonata e portata in bagno, avrebbe abusato di lei obbligandola a subire un rapporto sessuale: i carabinieri hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere ai danni di Cosimo Damiano Panza, barese già detenuto a Lecce. E’ accusato di violenza sessuale aggravata, sequestro di persona, rapina aggravata e porto abusivo di armi.

VIDEO: L’AGGRESSORE IN FUGA RIPRESO DALLE TELECAMERE

L’episodio risale al 6 ottobre scorso, quando i carabinieri erano stati allertati da alcuni passanti: una ragazza chiedeva aiuto dopo essersi rifugiata in un bar. Dopo averla calmata, i militari hanno ascoltato il suo racconto. Il malvivente avrebbe approfittato dell’assenza degli altri colleghi della donna, a causa della pausa pranzo, agendo attorno alle 14.30. Portata con la forza nel bagno, è riuscita a sfuggire alle grinfie del suo aguzzino spingendolo contro la porta. L’uomo è stato riconosciuto grazie alle telecamere di sicurezza all’interno dell’edificio e all’esterno, sulle strade limitrofe. L’incrocio dei dati ha permesso di risalire al detenuto, il quale usufruiva dell’ultimo giorno di un permesso premio nella sua città. Fondamentale, per i Carabinieri, la collaborazione dei cittadini che hanno immediatamente richiamato l’attenzione della pattuglia.

baritoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -