Putin: “In cantiere contromisure contro la Nato”

 

Vladimir Putin dice che la Russia sta pianificando “contromisure” contro la Nato e cioè che intende “puntare” i suoi sistemi missilistici in direzione delle infrastrutture che si ritiene minaccino il paese, lasciando intendere che si tratta di quanto l’Alleanza atlantica ha sviluppato nei paesi dell’est Europa che hanno aderito dopo il crollo dell’Unione sovietica.

Putin_president

“Il processo decisionale della Nato ci preoccupa. Non appena un paese aderisce all’Alleanza atlantica, gli è praticamente impossibile resistere alle pressioni dei grandi paesi come gli Stati Uniti e quindi accetta di dispiegare qualsiasi cosa, un sistema di difesa missilistico, nuove basi o, se necessario, sistemi missilistici. E noi, cosa dobbiamo fare? Siamo costretti ad adottare contromisure, ovvero a puntare i nostri sistemi missilistici verso quei siti che pensiamo ci minaccino. La situazione si sta surriscaldando”, ha affermato Putin, nel documentario di Oliver Stone sull’Ucraina che sarà trasmesso questa sera da Ren Tv, secondo il trascritto pubblicato in anticipo dall’agenzia Tass.

Putin, che prima di lasciare Lima aveva detto che “il presidente eletto americano aveva confermato la sua intenzione di normalizzare le relazioni bilaterali Usa-Russia”, ha detto: “Non capisco la logica delle nostre controparti, a volte sembra che cerchino di stabilire disciplina nell’Alleanza atlantica al fine di mettere in riga i paesi. E per farlo, serve loro un nemico esterno”.

Il presidente della commissione difesa del Consiglio della Federazione Viktor Ozerov ha spiegato, in una intervista a Ria, che la Russia intende aumentare le sue capacità di difesa missilistiche e aeree nella regione dei Baltici e dispiegare ulteriori mezzi “per difendere le sue infrastrutture principali di comando e controllo” in risposta al dispiegamento del sistema di difesa della Nato a Desevelu, in Romania, e all’avvio della costruzione di una nuova base in Polonia. Quindi, nell’enclave di Kaliningrad saranno dispiegati, fra gli altri sistemi, missili Iskander, che fino a ora erano dispiegati nell’enclave solo su base provvisoria, per esercitazioni, e sistemi di difesa aerea S-400. adnkronos



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
ti chiediamo di fare una donazione.

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
e un sito privo di pubblicità.
Fai una donazione!


Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -