Il direttore generale della Sapienza non è laureato. Gestisce 800 milioni di euro

 

L’Università La Sapienza di Roma è il più grande ateneo d’Europa. Nelle sue aule si forma la futura classe dirigente. A capo dell’amministrazione da quindici anni è il direttore generale Carlo Musto D’Amore, 68 anni, senza una laurea ma con un diploma di geometra.

Le vicende dell’ateneo sono da sempre legate a quelle del policlinico Umberto I, il primo ospedale universitario in Italia. Il direttore generale è Domenico Alessio, 77 enne, anche lui pensionato, nominato dall’ex rettore della Sapienza, Luigi Frati, e dall’ex presidente della Regione, Renata Polverini.

Nel 1989 riesce a vincere (sempre senza laurea) «un corso-concorso nazionale per dirigenti universitari», e sei anni dopo viene chiamato alla Federico II: vicinissimo all’allora rettore Fulvio Tessitore, eletto poi senatore con i Ds, diventa «vicario del direttore amministrativo». Un titolo sufficiente per diventare qualche anno dopo capo dell’ateneo della Capitale

La sua pensione vale 200mila euro all’anno. Non solo: è anche indagato per abuso di ufficio.

Gestisce il bilancio dell’università (quasi un miliardo di euro l’anno) ed è stato assunto 14 anni fa e rimarrà “di ruolo” fino al 2017, visto che nel 2013 ha firmato il suo quarto contratto consecutivo: è stato l’ex rettore Luigi Frati a rinnovargli la fiducia. Ma gli scandali che coinvolgono l’università di Roma non finiscono qui.“

Da 14 anni è lui a gestire appalti e gare. A Roma entra nei giri che contano, e nel 2007 la presidenza del Consiglio (al tempo c’era Romano Prodi) lo fa pure nominare Ufficiale della Repubblica.

Il primario che operava i manichini, Chirurgo e figlio del rettore della Sapienza

Il direttore dell’università di Roma è un geometra, indagato e senza laurea

Il Rettore della Sapienza alle Forze dell’Ordine: “Polizia di merda”

Guai giudiziari per il rettore dell’Universita’ La Sapienza, favorì il figlio

 



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
ti chiediamo di fare una donazione.

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
e un sito privo di pubblicità.
Fai una donazione!


Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -