L’Aquila: atei integralisti contro i canti di Natale a scuola

 

canti-natale“Veniamo informati riguardo una situazione paradossale che si sta verificando in questi giorni presso la scuola elementare “De Amicis”, dove per le lamentele di pochi genitori, che si sono definiti atei, la tradizionale “cantata di Natale” non avrà più luogo, così da “non offendere” i loro figli”- lo rende noto Fabrizio Taranta, Segretario comunale di Noi Con Salvini L’Aquila.

“La scuola si è arresa all’insensata richiesta, usando come giustificazione l’insicurezza per via dei recenti eventi sismici, costringendo così tutti i bambini della “De Amicis” a privarsi della bellezza della festa del Natale. Non ci capacitiamo di come sia possibile che una città come L’Aquila debba piegarsi alla volontà di qualche ateo integralista, fin troppo simile a quegli islamici che combattono i crocifissi nelle aule, che decide di vietarci di professare e portare avanti le tradizioni di una comunità intera. Interverremo immediatamente in Consiglio Comunale interrogando il Sindaco, con i nostri Consiglieri Ferella, Imprudente e D’Eramo, sperando che questa situazione rientri nella normalità il prima possibile, altrimenti saremo costretti a far intervenire i gruppi parlamentari di Noi Con Salvini – Lega, ai quali chiederemo un’interrogazione al Ministro della pubblica istruzione”.

ilcapoluogo.it



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -