«I soldi o ti infilo nella lavatrice», tentata rapina in lavanderia: arrestato albanese

 

«Dammi i soldi altrimenti ti infilo nella lavatrice». Questa la minaccia di un malvivente al dipendente di una lavanderia in zona Testaccio. Qualche giorno fa la Sala operativa della Questura ha inviato le autoradio del commissariato Trevi Campo Marzio e Viminale presso una lavanderia self service per una lite animata tra due persone. Arrivati sul posto in pochi minuti, la loro attenzione è stata attirata da un uomo visibilmente agitato, fermo sulla porta d’ingresso.

Alla loro richiesta di cosa stesse succedendo – scrive il MESSAGGERO – , il giovane, senza nessun motivo ha reagito e gli agenti, a quel punto, sono stati costretti ad ingaggiare un vero e proprio corpo a corpo prima di riuscire a bloccarlo. Entrati nella lavanderia per sentire la testimonianza della vittima, hanno visionato le immagini delle telecamere constatando che con atteggiamento minaccioso aggrediva ripetutamente il dipendente del negozio colpendolo violentemente al volto, spintonandolo verso le lavatrici e mimando il gesto di buttarlo dentro.

Identificato per L.S. di 42 anni di origine albanese, ai suoi polsi sono scattate le manette e, al termine degli accertamenti negli Uffici del Commissariato Celio, è stato arrestato per tentata rapina e resistenza a Pubblico Ufficiale e associato presso il carcere Regina Coeli.



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -