Elezione Trump, abortisti devastati

 

vendita_bambini_abortitiTra i molti devastati per l’inaspettata vittoria di Trump, i più delusi sono stati gli abortisti. L’ingloriosa caduta della madrina Hillary è coincisa con fine del sogno americano pro-choice. La batosta è stata terribile visto che il candidato repubblicano aveva annunciato che in caso di vittoria avrebbe ritirato i finanziamenti alla Planned Parenthood, il centro di pianificazione familiare ultimamente al travolto da molte polemiche e scandali legati alla vendita di organi dei feti abortiti.

Trump aveva anche promesso che, in caso di vittoria, avrebbe appoggiato le iniziative pro-life, grazie anche al sostegno di numerosi cattolici che lo hanno accompagnato nella campagna elettorale. Detto, fatto. Appena eletto, in una intervista al programma televisivo 60 minutes Trump ha ribadito la sua intenzione di nominare alla Corte Suprema un giudice con posizioni pro-life, quindi anti-abortiste.

Sull’elezione di Trump aleggia un mistero: perchè in campagna elettorale papa Francesco si è scagliato contro il difensore della vita nascente, ed ha invece di appoggiato una candidata che riteneva un bambino nel grembo della madre un’inutile grumo di cellule da estirpare a piacere? In quale vangelo, o atto magisteriale, sta scritto che un povero (vale a dire l’uomo Dio secondo la visione antropologica di papa Francesco) vale più di un battito di cuore pronto ad entrare nel mondo?

Gianni Toffali

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -