Trieste: vuole aprire il bar ma c’è un immigrato che dorme sui tavolini

 

senzatetto-trieste

«Il buongiorno si vede dal mattino. Ti alzi alle 5.45 per andare a lavorare… arrivi al tuo bar e trovi questa situazione… sei costretto ad aprire un’ora dopo… e ringrazio le forze dell’ordine per la collaborazione. Il sistema non funziona, né per me che ho perso un’ora di lavoro né per lui se vive così…».

Giovanni Franchi, titolare del Gran Bar Italia di piazza Goldoni, si sfoga così su Facebook questa mattina. I fatti, così come li descrive, vedono un giovane immigrato (non si conosce il suo status) che ha passato la notte al freddo in piazza, sfruttando alcuni tavolini del bar per sollevarsi da terra, su cui ha poi disposto dei cartoni per un migliore isolamento termico, riscaldato da una coperta che sembra più un sacco dell’immondizia.

Come ha riferito Franchi, sul posto è poi giunta la Polizia che ha chiesto al giovane di liberare l’area e raccogliere i suoi “beni”.

triesteprima.it

Tutto questo è colpa degli “antirazzisti” che prima li invitano per lucrarci sopra e poi li condannano a dormire la notte al freddo in piazza, sfruttando alcuni tavolini del bar per sollevarsi da terra, riscaldati da una coperta che sembra più un sacco dell’immondizia

papa-boldrini-kyenge



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -