“Regolamento di conti tra bande africane”, cavati gli occhi a un uomo

 

belgio-aggressione

Belgio, Bruxelles – Una rissa in strada con risvolti macabri, quella avvenuta nella notte fra sabato e domenica, in una zona centrale di Bruxelles dove ad un uomo sono stati cavati gli occhi, poi ritrovati per terra vicino ad un coltello. Lo ha riferito il procuratore della capitale belga, precisando che il sospetto assalitore è stato fermato e interrogato. Un 33enne belga originario di Gibuti, identificato come Liban Moustapha Hassan, trovato ‘mutilato’ intorno alle 3 di ieri mattina, è stato portato in ospedale, in “condizioni gravi”, dove dovrà sottoporsi a diversi interventi chirurgici.

Il sospetto, di nazionalità olandese, anch’egli originario di Gibuti, dopo la rissa è fuggito ma, arrestato dalla polizia, è stato interrogato ieri in tarda serata e dovrà comparire oggi davanti a un giudice istruttore, con l’accusa di aggressione e percosse, oltre che di tortura e trattamento disumano. “L’uomo ha ammesso la lite” con la vittima ma “non ha saputo dire con certezza di avergli cavato gli occhi”, ha indicato il procuratore.

La pista di un regolamento di conti tra bande africane è una delle ipotesi fra quelle prese in considerazione dagli inquirenti. La vittima non risulta nota alla polizia.  Secondo il giornale Le Soir, la lite è scoppiata a causa di una disputa sulla situazione politica a Gibuti.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -