Pugno a studentessa per rapinarla: slavo ai domiciliari nel campo nomadi

 

Roma – Tor Cervara: picchia studentessa sul bus in via Salviati e la rapina del cellulare

Ha colpito al volto con un pugno una studentessa di 22 anni che stava per salire a bordo di un autobus alla fermata Salviati, a Tor Cervara e le portato via il cellulare, scappando in direzione della vicina baraccopoli istituzionale di via Salviati. La ragazza ha immediatamente denunciato l’accaduto ai Carabinieri della Stazione Roma Tor Sapienza che hanno immediatamente avviato le indagini.

FOTO DEI SOSPETTATI – Dopo aver visionato decine di fotografie di sospettati che potessero rispondere alla caratteristiche fisiche del rapinatore, la studentessa ha indicato, senza ombra di dubbio, un ragazzo di origini slave di 25 anni, risultato effettivamente domiciliato nella vicina baraccopoli.

CELLULARE RUBATO – I Carabinieri sono subito andati a prelevarlo e, durante la perquisizione, è spuntato il telefono cellulare appena rubato che è stato recuperato e restituito alla proprietaria. Il 25enne, trattenuto in caserma con l’accusa di rapina, è stato sottoposto al rito direttissimo a seguito del quale è stato sottoposto agli arresti domiciliari nel campo nomadi di provenienza.

romatoday.it



   

 

 

1 Commento per “Pugno a studentessa per rapinarla: slavo ai domiciliari nel campo nomadi”

  1. E ti pareva che non gli davano l’arresto domiciliare! ma cosa credevate che lui non lo sapeva prima di commettere il reato di rapina con lesioni che male che le andava tornava tranquillamente a casa sua? questa e l’Italia paese dove la delinquenza la fa da padrona e i cittadini onesti debbono subire e qualche SxxxxxO pensa di cambiare la costituzione, perchè al momento ci sono molte ma molte cose più urgenti da fare che i Politici del PD non fanno e vogliono pure che dovremmo votare x il SI nei loro denti, io VOTO ( NO ) ve ne dovete andare a FxxxxxxxO tutti!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -