Referendum, Renzi: dopo di me ci sono ancora io, dovete fare i conti con me

 

renzi-dittatore

Dagli Usa il “guru” Jim Messina tranquillizza e professa ottimismo, ma a Palazzo Chigi è scattato l’alert sui sondaggi relativi al referendum del 4 dicembre ed è quindi logico che, oltre a portare avanti la campagna elettorale, si cominci a pensare al “piano B” in caso di vittoria del No. La media dei sondaggi, è l’analisi che si fa tra Palazzo Chigi e il Nazareno, dà il No in vantaggio di 1,5-2 punti a livello nazionale

Gli indecisi  sono circa un terzo degli elettori. “C’è un trend positivo – spiega la fonte – con qualche battuta d’arresto, ad esempio nell’ultima settimana”. Da qui le indicazioni del “guru” per le ultime due settimane, che sono ritenute decisive. Ci sarà quindi una ridefinizione dei messaggi pubblicitari, ma anche un cambio di strategia: avanti con le questioni merito, ma ponendo anche l’attenzione alle conseguenze possibili se vincesse il no, puntando su un “derby tra passato e presente”. L’obiettivo, e la speranza, spiega un’altra fonte Dem, è che ci sia, tra gli indecisi, una “maggioranza silenziosa portata a scegliere la stabilità”.

Ma intanto, con i più fidati consiglieri, inizia a pensare a un eventuale “piano B”. Proprio su questo, però, ancora ci sono in campo più ipotesi. “Alla Leopolda – spiega un deputato Dem molto vicino al premier – quando ha parlato di governicchi ha dato la linea: dopo di me, comunque vada, ci sono ancora io, dovete fare i conti con me. ”

“Molto – spiega un altro esponente Dem – dipenderà da cosa succederà nel Pd in caso di vittoria del No il 5 dicembre. Se manterrà una maggioranza Renzi potrà determinare il gioco sulla nuova legge elettorale e dettare la prima scelta per un eventuale futuro governo di scopo, di cui potrebbe non essere a capo. Allo stesso tempo punterà a vincere largamente il congresso e poi presentarsi agli elettori e dire: datemi i voti per cambiare l’Italia. Se invece ci fossero defezioni, ad esempio tra i franceschiniani o i giovani turchi, e non avesse più una maggioranza non avrebbe più in mano le carte e a quel punto tutto sarebbe più complicato”. askanews



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
ti chiediamo di fare una donazione.

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
e un sito privo di pubblicità.
Fai una donazione!


Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -