Terrorismo internazionale, fermato algerino “richiedente asilo politico”

 

Genova – E’ stato arrestato nella stazione ferroviaria di Genova Principe un presunto jihadista. E’ indagato per associazione finalizzata al terrorismo internazionale dai carabinieri del Ros grazie ad un’indagine che si è conclusa a fine settembre fra la Riviera del ponente e la Lombardia con il coordinamento del pool antiterrorismo della procura di Genova e che ha portato all’arresto il 27 ottobre di altri tre presunti jihadisti accusati di terrorismo.

Si tratta di un algerino fermato nel Cie di Torino dove era ospite in quanto richiedente asilo politico e di due fratelli egiziani bloccati a Finale Ligure (Savona) e a Cassano d’Adda (Milano), uno era pizzaiolo, l’altro cassintegrato. I tre sono accusati di associazione finalizzata a terrorismo internazionale. L’algerino si era allontanato dal territorio italiano prima del blitz dei Carabinieri. Ma gli investigatori non l’hanno mai perso di vista. Questo ha consentito al Ros di localizzarlo appena rientrato in Italia nonostante il suo tentativo di eludere i controlli utilizzando scali intermedi dall’Egitto e vettori aerei di compagnie europee low cost.

Il quarto arrestato è Hosny Mahmoud El Hawary Lekaa, 31 anni, indagato per associazione finalizzata al terrorismo internazionale denominata Taqiyya. E’ un egiziano abitante a Borghetto Santo Spirito (Savona) ed era appena rientrato in Italia, a Milano, in aereo dall’Egitto. Poi con il treno avrebbe dovuto raggiungere Borghetto Santo Spirito.  http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Terrorismo-arrestato-presunto-jihadista-in-Liguria-a-stazione-ferroviaria-genova-b9cd2f47-c8d7-450b-b0e2-a591bcd9a8f1.html



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -