Catania: uccise rapinatori, chiesto rinvio a giudizio per gioielliere

 

CATANIA, 27 OTT – La Procura di Catania ha chiesto il rinvio a giudizio per duplice omicidio e tentativo di omicidio del gioielliere di Nicolosi, Guido Gianni, di 57 anni, che il 18 febbraio del 2008 uccise due rapinatori e ferì un terzo che avevano assaltato il suo negozio minacciando di uccidere la moglie con una pistola poi risultata a salve.

Dalla ricostruzione dei periti medico legale e balistici l’uomo, dopo una colluttazione con i banditi, li avrebbe feriti, ma i colpi mortali sarebbero stati esplosi mentre fuggivano; i 3 sarebbero stati colpiti alle spalle. Nell’udienza davanti al Gip Fabio Di Giacomo Barbagallo i familiari delle due vittime e il ferito, entrati nell’inchiesta come parti lese, si sono costituiti parte civile. Il Gip ha ammesso la richiesta del legale del gioielliere di perizia psichiatrica sull’imputato per stabilire se fosse in grado di intendere e volere o se la sua mente fosse stata offuscata dall’aggressione alla moglie. L’udienza è stata aggiornata al 9 novembre. (ANSA)



   

 

 

2 Commenti per “Catania: uccise rapinatori, chiesto rinvio a giudizio per gioielliere”

  1. la perizia psichiatrica a lui, sono veramente fuori di testa!!!

  2. Ma se questi rapinatori non fossero andati a fare la rapina il gioielliere non sparava a nessuno e non succedeva nulla! siamo arrivati al paese di bengodi!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -