Infermiera accoltellata e violentata da 19enne albanese

 

AVEZZANO (L’AQUILA), 24 OTT – Con le accuse di violenza sessuale aggravata, rapina aggravata e porto di oggetti atti ad offendere, un albanese, di 19 anni, è stato rintracciato dalla polizia di Avezzano e sottoposto a fermo di polizia giudiziaria.

Il giovane, ricoverato presso una struttura residenziale psichiatrica di Avezzano, la notte scorsa, avrebbe rapinato due infermiere della struttura costringendole successivamente a seguirle a bordo di un’auto di proprietà di una delle due. In auto, secondo quanto ricostruito dagli agenti dell’anticrimine, dopo aver lasciato libera un’infermiera, si sarebbe scagliato contro l’altra ferendola con un coltello da cucina e poi l’avrebbe violentata. La donna, dopo le violenze subite, è riuscita a fuggire e a chiedere aiuto agli abitanti di una casa situata nella zona nord di Avezzano.

Da quanto ricostruito, il diciannovenne è poi fuggito verso Sora e, solo dopo un incidente, ha deciso di raggiungere l’abitazione del padre, ad Avezzano, dove poi è stato rintracciato. (ANSA)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -