Fontana: Stop ricorso contro le espulsioni dopo condanna per terrorismo

 

bari-Majid-Muhamad

Majid Muhamad

BARI, 24 OTT – “Dieci anni in carcere per terrorismo internazionale, accusato di essere il basista dei foreign fighters in Italia e in Europa, espulso, presenta ricorso, lo vince, torna a piede libero, apre una kebabberia e intanto continua col business dei clandestini.

Oggi è stato di nuovo arrestato, a Bari, come sospetto terrorista. Il caso del 45enne iracheno Majid Muhamad è il simbolo di un sistema colabrodo, che garantisce sempre un salvacondotto agli immigrati radicalizzati, anche dopo condanne pesanti. E’ ora di dire che per le espulsioni – almeno quelle che fanno seguito a condanne per terrorismo – non ci può più essere appello. Di fronte a una situazione ormai sfuggita ad ogni controllo servono misure straordinarie”.

Lo dice l’europarlamentare e vicesegretario federale della Lega Nord Lorenzo Fontana dopo l’ultima condanna all’iracheno Majid Muhamad.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -