Wikileaks ai suoi: Stop a cyberattacco contro gli USA

 

In un tweet Wikileaks ha chiesto ai suoi sostenitori e ai fan del suo fondatore Julian Assange, di “smettere di spegnere internet negli Usa” e ha sottolineato che con l’opera di hackeraggio “avevano dimostrato il punto “.

Il tweet è stato riportato dall’Independent secondo cui Wikileaks con questo post ha voluto dimostrare che il cyberattacco realizzato negli Stati uniti ieri è stato opera dei suoi.Milioni di persone non hanno potuto accedere a siti come Twitter, Spotify, Amazon e eBay. La lista delle vittime dell’attacco coinvolge anche Reddit, Airbnb, Netflix e i siti di diversi media: Cnn, New York Times, Boston Globe, Financial Times, The Guardian, ecc.L’attacco, in realtà, ha colpito indirettamente tutti questi siti: l’obiettivo chiave per gli hacker è stata la società Dyn, che ridirige il flusso internet e traduce i nomi dei siti in indirizzi IP.(con fonte Afp)

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -