L’euro ha prodotto soltanto milioni di poveri

 

Nel territorio dell’Ue – e soprattutto nelle nazioni che hanno adottato l’euro – il numero delle persone a rischio poverta’ o esclusione sociale ha raggiunto quota 118,7 milioni nel 2015, in aumento rispetto ai dati del 2008, anno di inizio della crisi economica (115,9 milioni).

Lo rileva l’Eurostat, nei dati diffusi oggi. Si tratta di quasi un quarto (23,7%) della popolazione dell’Ue. Quindici i Paesi dell’Ue dove l’indice di poverta’ e’ aumentato in questi anni, con l’Italia quarto (+3,2%) dietro a Grecia (+7,6%), Cipro (+5,6%), e Spagna (+4,8%). Complessivamente nella penisola sono 17,4 milioni gli italiani a rischio poverta’ o esclusione nel 2015 rispetto ai 15 milioni del 2008.



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -