Cassazione: l’aggio che Equitalia impone ai contribuenti è illegittimo

 

equitalia1L’aggio di Equitalia è illegittimo. A stabilirlo è stata la Commissione Tributaria Provinciale di Treviso, nella sentenza n. 325/1/2016, in accoglimento parziale del ricorso proposto da una ditta che aveva impugnato l’intimazione di pagamento ricevuta da Equitalia e riferita ad Iva, Ires, Irap, ritenute, addizionali per diversi anni.

La Commissione – si legge sul portale di informazione giuridica studiocataldi.it – pur respingendo i motivi di ricorso del contribuente, in quanto le imposte erano effettivamente dovute nella misura individuata dall’ufficio, ritiene che l’aggio non debba essere conteggiato. Quest’ultimo infatti, spiega la CTP, costituisce il compenso spettante al concessionario-esattore per l’attività svolta su incarico e mandato dell’ente impositore, per cui grava sul contribuente senza una giustificazione e senza un collegamento all’attività effettivamente svolta.

Equitalia: strozzini legalizzati, autorizzati da Bersani e Visco

In altri termini l’aggio, rappresentando la remunerazione per l’attività svolta dal concessionario (Equitalia) nel riscuotere i tributi, attiene al rapporto tra l’ente impositore e il concessionario del servizio stesso e non può dunque essere addossato al contribuente, inteso come soggetto estraneo a tale rapporto.

In secondo luogo, come riferisce lo Studio Cataldi, la Commissione ha rilevato che l’aggio esattoriale, essendo un aiuto di Stato che la normativa assegna ad un’impresa, si pone in contrasto con l’art. 107 del Trattato di funzionamento dell’Unione Europea, il quale stabilisce che sono incompatibili con il mercato comune gli aiuti concessi dagli Stati sotto qualsiasi forma che, favorendo alcune imprese, falsino o minaccino di falsare la concorrenza. ADNKRONOS

 



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
ti chiediamo di fare una donazione.

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
e un sito privo di pubblicità.
Fai una donazione!


Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -