Presidente Ruanda: “La Francia dovrebbe andare a processo per genocidio”

 

Kagame

È la Francia, non il Ruanda, che “dovrebbe andare a processo per genocidio” e Kigali è “pronta alla resa dei conti”. Lo ha detto il presidente ruandese Paul Kagame in risposta alla possibile riapertura di un’indagine francese sull’uccisione del suo predecessore Juvenal Habyarimana.

Secondo fonti stampa, la riapertura del caso si baserebbe sulla testimonianza dell’ex capo di stato maggiore delle forze armate Kayumbe Namwasa, il quale in precedenza si era rifiutato di comparire davanti ai giudici. Diversi investigatori negli ultimi anni sono giunti alla conclusione che ad abbattere l’aereo a bordo del quale viaggiava Habyarimana il 6 aprile del 1994 (insieme a un equipaggio di nazionalità francese) fu un missile partito dalla caserma militare di Kanombe, nella zona sud della capitale Kigali.

La testimonianza del generale Namwasa chiamerebbe in causa proprio il presidente Kagame, al potere dal 2000. “Dopo aver indagato per due anni e non aver trovato nulla, vogliono ripartire”, ha osservato il capo dello stato in occasione dell’apertura dell’anno giudiziario 2016-2017. “Dobbiamo ricordare a qualcuno che la magistratura ruandese non è subordinata alla Francia e ai suoi interessi. Se occorrerà arrivare a una resa dei conti, lo faremo”. Kagame è tornato inoltre ad accusare Parigi di aver avuto un ruolo nel sostegno al genocidio commesso nel 1994 dalla comunità hutu nei confronti dei tutsi. “E’ la Francia che dovrebbe essere processata per genocidio – ha detto – non il Ruanda”.

Nel novembre del 2006 il governo ruandese decise di rompere le relazioni diplomatiche con Parigi dopo che il magistrato francese Jean-Louis Bruguiere accusò alti funzionari di Kigali di essere coinvolti nell’attentato a Habyarimana. All’epoca, altre missioni diplomatiche straniere si proposero di rappresentare le istanze francesi. Secondo Kagame, che ha sempre negato qualsiasi suo coinvolgimento nell’assassinio dell’ex presidente, adesso si starebbe profilando “lo stesso tipo di situazione”. (Res) © Agenzia Nova

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
ti chiediamo di fare una donazione.

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
e un sito privo di pubblicità.
Fai una donazione!


Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -