Hollande: “non so se ricevo Putin”

 

Hollande ragiona col cervello preso in prestito da Washington.

Sale la tensione tra Francia e Russia sullo sfondo della crisi siriana. Il presidente francese Francois Hollande ha detto che “si sta ponendo il problema” se ricevere o meno il collega russo Vladimir Putin, che sarà a Parigi il 19 ottobre. Liberation riferisce che Hollande, nel corso di un’intervista televisiva che andrà in onda domani, ha accusato le forze russe che bombardano Aleppo di “crimini di guerra”, affermando che “coloro che commettono questi crimini devono pagare, anche davanti alla Corte penale internazionale”.

Nei giorni scorsi il segretario di Stato americano John Kerry, con il collega francese Jean-Marc Ayraul, aveva chiesto l’avvio di un’indagine per crimini di guerra nei confronti della Russia e della Siria per le stragi di Aleppo. E di crimini di guerra aveva parlato anche la Gran Bretagna, nel corso di un Consiglio di Sicurezza Onu straordinario. Mosca, da parte sua, ha respinto le accuse al mittente, insistendo che i raid russo-siriani hanno come obiettivo gruppi terroristici. ANSA

“Nessun leader europeo è indipendente dal controllo di Washington”



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -