Roma: spacca una bottiglia e ferisce al collo un ragazzo, marocchino arrestato

 

cocciUn marocchino di 29 anni è stato arrestato dalla Polizia con l’accusa di tentato omicidio. Il ventinovenne, al culmine di una lite, ha spaccato una bottiglia e ha sferrato un colpo verso il volto di un ragazzo brasiliano, ferendolo al collo mentre si trovava in un bar della Cassia. Sul posto – scrive il Messaggero -  è intervenuto l’equipaggio del commissariato Ponte Milvio che, all’interno di un cassonetto, ha trovato l’arma del delitto e acquisito alcune immagini dei sistemi di videosorveglianza presenti in zona.

Le immagini, unite ad alcune testimonianze, hanno permesso di arrivare all’identificazione del marocchino. Il ventinovenne sin dai primi istanti si è reso irreperibile ma nella sua abitazione sono stati sequestrati gli abiti, intrisi di sangue, che indossava al momento dell’aggressione. Il quadro probatorio così formato ha permesso al gip del Tribunale di Roma di emettere un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico del marocchino, ordinanza nella quale viene ipotizzato il reato di tentato omicidio con l’aggravante dei motivi abietti.

Gli investigatori hanno intercettato una conversazione dell’indagato in cui diceva alla compagna che stava andando in ospedale perché durante la lite si era ferito anche lui. Ieri i poliziotti hanno presidiato vari ospedali trovando il marocchino in un pronto soccorso del centro. L’uomo, dopo essere stato curato e dimesso con una prognosi di 9 giorni, è stato condotto presso il carcere romano di Regina Coeli a disposizione dell’Autorità Giudiziaria



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -