Dresda: profughi gettano una donna per terra e la colpiscono con petardi

 

E’ la nuova Germania voluta dalla Merkel, una donna poco lungimirante che ha portato la sua nazione sull’orlo del baratro. E non solo sotto il profilo dell’immigrazione. Secondo alcuni psicopatici, Dresda sarebbe una città xenofoba e razzista

Dresda. Martedì sera, una donna di 63 anni è stata gettata a terra da tre giovani “profughi” e poi bersagliata con petardi. Lo ha annunciato la polizia federale mercoledì.

La donna è stata aggredita da tre giovani siriani mentre attraversava, con il suo partner, la piazza trafficata di fronte alla stazione ferroviaria principale. I tre l’hanno fatta cedere e, come se non bastasse, l’hanno bersagliata con un lancio di petardi, esplosi a pochi centimetri di distanza.

Una pattuglia di polizia federale, di servizio nella zona della stazione, ha fermato i tre giovani delinquenti che sono stati rilasciati poco dopo. Ulteriori indagini sono condotte da parte della polizia della Sassonia per lesioni personali gravi e la violazione della legge contro gli esplosivi.  sz-online.de

 



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -