Caso Guerrina, chiesti 27 anni per padre Graziano

 

AREZZO, 30 SET – Ventisette anni di carcere per omicidio e soppressione di cadavere: questa la richiesta avanzata dal pm Marco Dioni per padre Gratien Alabi, il frate congolese accusato di aver ucciso Guerrina Piscaglia, la 50enne scomparsa oltre due anni fa da Ca’ Raffaello nell’aretino.

Il pubblico ministero ha parlato per circa sette ore, arrivando alla conclusione intorno alle 18. Il movente del delitto, secondo l’accusa, sarebbe da ricercare nell’innamoramento morboso di Guerrina per padre Gratien che ha provocato imbarazzo nel frate tanto da portare ad un violento litigio avvenuto il 1 maggio 2014 verso le 13,45. (ANSA



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -