Spagna: ex presidente del Fondo Monetario sul banco degli imputati

 

fmi-Rodrigo-Rato

Rodrigo Rato passa, apparentemente indifferente alla pioggia di insulti, ed entra nel tribunale di Madrid: l’ex Ministro dell’Economia spagnolo ed ex presidente del Fondo Monetario Internazionale siede sul banco degli imputati insieme ad altre 64 persone, in un processo che durerà almeno fino alla fine dell’anno.

La vicenda risale ai tempi della sua brevissima carriera di banchiere, due anni appena dal 2010 al 2012, quando gestì l’ingresso in Borsa di Bankia, in quello che poi divenne il più grande scandalo bancario della storia spagnola.
Ma Rato è accusato per una parte tutto sommato marginale, quella delle carte di credito “in nero”, cioè delle spese private senza motivazione da parte dei dirigenti: una dozzina di milioni in meno di dieci anni, dei quali quasi centomila euro spesi da Rato, che li ha rimborsati prima del processo.

Il PM chiede che Rato sia condannato a quattro anni e mezzo di carcere e a rimborsare 2,6 milioni, che corrispondono alle somme prelevate dai dirigenti dell’istituto nei due anni della sua guida. it.euronews.com



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -