Sindaco rifiuta di celebrare nozze gay “contrarie ai miei principi”

 

FAVRIA (TORINO), 26 SET – Niente ‘sposi’ gay a Favria, Comune di 5.200 abitanti in provincia di Torino. Il sindaco Serafino Ferrino si rifiuta di celebrare l’unione civile di due ragazzi.

“Non è una sfida alla legge – assicura il primo cittadino – solo che non me la sento di andare contro precisi dettami etici che mi appartengono. E in questa posizione sono certo si trovino tantissimi sindaci in Italia”.

“Il ‘matrimonio’ non è stato impedito – precisa il primo cittadino – ma non ho intenzione di delegare nessuno. Questa legge è un errore e non vedo perché un sindaco debba essere obbligato a rispettarla andando contro i propri principi etici“. Ai due ragazzi è stato proposto che a celebrare la loro unione sia il responsabile dell’ufficio anagrafe del Comune: il funzionario, infatti, può farlo senza la delega del sindaco. Non dovessero accettare, i futuri ‘sposi’ dovranno trovarsi un’altra sede per coronare il loro sogno. ansa



   

 

 

1 Commento per “Sindaco rifiuta di celebrare nozze gay “contrarie ai miei principi””

  1. SADOMA E GAMORRA DUE PAESI, UNO DI FRNTE ALL’ALTRO.- MOSE’ CONDUSSE VIA IL SUO POPOLO PRIMA CHE VENISSE CONTAGIATO. CHI SI VOLTAVA INDIETRO; SAREBBE MORTO. E DAL CELO UN FULMINE DISTRUSSE I DUE PAESI.-
    QUESTO E’ NEL TESTAMENTO “MORALE” … NON RICORDO LE PAROLE ESATTE MA SOLO IL FATTO.!
    CONDIVIDO PENAMENTE IL SINDACO .!!!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -