Consumi in calo -0,3%, abbigliamento e calzature -0,2%

 

Non bastano le vendite di fine stagione a risollevare gli acquisti di moda e i consumi in generale. A luglio 2016 l’Istat rileva, rispetto all’anno precedente, un calo dello 0,2% in valore degli articoli di abbigliamento e pellicceria e una flessione anche per le calzature, gli articoli di cuoio e da viaggio, dello 0,4%.

Risultano stazionari, invece, i prodotti di profumeria e per la cura della persona. La flessione complessiva dei consumi (-0,2% nell’anno) è dovuta ai prodotti non alimentari (-0,5% in valore e ancora di più in volume, -1,1%), mentre i prodotti alimentari crescono dello 0,5% in valore e diminuiscono dello 0,1% in volume.

I soli gruppi di prodotti non alimentari in crescita sono giochi, giocattoli, sport e campeggio (+2,7%) e mobili, articoli tessili e arredamento (+0,6%). Le variazioni tendenziali negative di maggiore entità colpiscono cartoleria, libri, giornali e riviste (-4,6%) ed elettrodomestici, radio, tv e registratori ( 2,3%). (ANSA)

A luglio 2016 le vendite al dettaglio diminuiscono dello 0,3% rispetto a giugno sia in valore sia in volume e calano, anche rispetto a luglio 2015, dello 0,2% in valore e dello 0,8% in volume. Lo comunica l’Istat. La flessione congiunturale è la prima a partire da marzo ed è imputabile ai prodotti non alimentari (-0,5% in valore sul mese), mentre quelle di beni alimentari crescono dello 0,3%. Sull’anno, aumentano le vendite nella grande distribuzione (+1,1%) e si contraggono quelle delle imprese di piccole superfici (-1,2%).



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -