Morti a distanza di 5 giorni, addio alla coppia di “Colpa delle stelle”

 

colpa-delle-stelle

Avevano ispirato il romanzo “Colpa delle stelle”, storia struggente dell’amore tra due giovanissimi affetti da fibrosi cistica che scelgono di stare insieme e vedersi nonostante i medici li sconsigliassero. E ora sono morti distanza di appena cinque giorni: sabato si era spento il 25enne Dalton Prager e ora sua moglie, la 26enne Katie Prager, è deceduta in un ospedale del Kentucky. I danni ai polmoni causati dalla malattia genetica irreversibili facevano sì che per loro fosse un rischio stare insieme per scongiurare la trasmissione di batteri, eppure avevano scelto di continuare a vedersi fino all’ultimo.

Si erano conosciuti nel 2009 su Facebook, poco più che 18enni e avevano deciso di sposarsi a soli vent’anni, pur sapendo che la loro aspettativa di vita sarebbe stata di altri 10, 20 anni al massimo. In particolare Katie era stata avvertita che la Burkholderia cepacia da cui era affetto il marito poteva esserle letale per il rischio di una trasmissione di batteri.

‘Colpa delle stelle’ – Guarda il trailer

La storia di Dalton e Katie aveva ispirato il romanzo Colpa delle stelle di John Green, storia di due fidanzatini malati di cancro, dal quale è stato tratto anche un film di successo. Pochi giorni fa Katie, che ha anche subito un trapianto di polmone, aveva dichiarato alla Cnn che la sua “speranza è tutta risposta nel poter passare anche solo un giorno o una notte in più con Dalton”. Poi era arrivato il decesso del marito, che lei aveva visto l’ultima volta il 16 luglio, nel quinto anniversario di matrimonio, perchè erano ricoverati in ospedali diversi. (AGI)



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -