Varani fu ucciso con crudeltà, almeno 100 colpi di martello e coltellate

Almeno 100 tra colpi di martello e coltellate: così fu ucciso nel marzo scorso Luca Varani. Per il delitto sono indagati Manuel Foffo e Marco Prato. L’omicidio avvenne in un appartamento in via Igino Raimondi al Collatino. I dati emergono dal lavoro fatto dal perito nominato dal gip che ha consegnato alla procura di Roma quanto emerso a conclusione delle indagini tecniche. Varani morì, secondo le conclusioni, dissanguato a causa delle ferite. I colpi furono sferrati al capo e alla bocca con il solo obiettivo di provocare nella vittima dolore.

Tracce biologiche sia di Marco Prato sia di Manuel Foffo sono state trovate sui coltelli e sul martello usati per torturare e uccidere Varani. E’ quanto emerso nel corso dell’attività di indagine tecnica fatta dal perito nominato dal gip e consegnata alla procura di Roma.

Le torture sarebbero durate tra mezz’ora e due ore. Stordito con droga e alcol,Varani fu colpito a colpi di coltello alla gola ma non ci fu la rescissione della vena giugulare o delle corde vocali. Si giunge così alla conclusione che morì per dissanguamento. adnkronos



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -