Cocaina negli slip, arrestato spacciatore: era già stato espulso

 

spaccio-tunisino

I militari del Nucleo Mobile della Guardia di Finanza di Ponte Chiasso, in servizio di
perlustrazione e controllo del territorio, in data 08/09/2016 in Como, quartiere di Ponte
Chiasso, nei pressi di piazzale Anna Frank, notavano Z.S., cittadino tunisino senza fissa
dimora ma di fatto domiciliato nel comasco, in atteggiamenti apparentemente ritenuti
sospetti.
Dopo aver notato alcuni incontri fugaci tra il predetto ed altri individui, i militari
intervenivano per effettuare un controllo. Z.S. risultava totalmente sprovvisto dei
documenti di identità, pertanto veniva condotto in caserma per accertamenti. L’uomo,
particolarmente nervoso e poco collaborativo, induceva i militari ad approfondire il
controllo con l’ausilio del cane “Zaros”, pastore tedesco antidroga, in forza al Reparto e
condotto dal militare specializzato.
A seguito dell’evidente segnalazione dell’unità cinofila, Z.S. veniva sottoposto a
perquisizione personale, attività che permetteva di rinvenire, occultata all’interno degli slip,
cinque dosi di cocaina preconfezionate in cinque involucri di plastica, già pronte per lo
spaccio.
Per quanto sopra Z.S., tratto in arresto per spaccio di cocaina, è stato processato “per
direttissima” in data 09/09/2016.
Il predetto, inoltre, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria non avendo ottemperato ad un
ordine di espulsione emesso dalla Questura.

Guardia di Finanza
COMANDO PROVINCIALE COMO
COMUNICATO STAMPA



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -