Falsa coop: evasione fiscale e 29 badanti in nero

 

AOSTA, 15 SET – Redditi non dichiarati al fisco per 250.000 euro, 34 posizioni contributive irregolari – di cui 29 ‘in nero’ – con 17.500 euro di contributi non versati: è quanto il Gruppo Aosta della guardia di finanza contesta a una persona accusata di gestire come una “società commerciale” una Cooperativa sociale valdostana nel settore dell’assistenza domiciliare.

Dalle indagini, avviate nel 2013, è emerso che le badanti, seppur formalmente costituite in cooperativa, erano gestite da “una persona che le dirottava, a seconda delle necessità, sull’intero territorio valdostano. Questo meccanismo non è compatibile con il fine mutualistico proprio delle cooperative bensì con un fine di lucro”.

La persona aveva patteggiato quattro mesi per truffa ai danni del sistema previdenziale pubblico: a seguito di una perquisizione domiciliare, erano stati trovati falsi bollettini postali Mav relativi ai versamenti dei contributi. L’attività ha coinvolto anche Direzione Territoriale del Lavoro, Inps e Inail.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -