Malata di sclerosi multipla violentata in ospedale: negato risarcimento

 

MILANO, 14 SET – Era in ospedale affetta da sclerosi multipla e, una notte di 20 anni fa, fu violentata da un infermiere che è stato condannato in via definitiva per violenza sessuale con l’aggravante di esser stata compiuta nell’esercizio di un pubblico servizio, in quanto, appunto, infermiere professionale.

La donna, però, ora si è vista respingere dal giudice civile de L’Aquila una richiesta di risarcimento nei confronti dell’Asl di Avezzano-Sulmona-L’Aquila. Così è venuta meno anche la domanda di manleva sollevata dall’Asl nei confronti della propria assicurazione. “In questo modo la mia assistita non vedrà un euro – spiega il suo avvocato, Danilo Buongiorno del Foro di Milano – Il risarcimento disposto dal giudice a carico dell’imputato non ci sarà mai, perché nullatenente ed è anche contumace nel processo”. “Si crea un precedente pericoloso”, ha aggiunto il legale. ANSA

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -