In attesa del fraterno macello

 

“Quanto mi piacerebbe che tutte le confessioni religiose dicessero uccidere in nome di Dio è satanico!”. Papa Francesco ha confidato questo suo desiderio ai fedeli della diocesi francese di Rouen per i quali ha celebrato a Santa Marta una messa in ricordo di padre Jacques, il sacerdote ucciso lo scorso luglio nella sua parrocchia mentre celebrava la messa.

prete-ucciso-francia

Parole ovvie per noi cristiani, ma non scontate per gli islamici.

Evidentemente, coloro che: gli islamici sono nostro fratelli, l’Islam è una religione di pace, buon ramadan a voi, venite nelle nostre chiese a pregare l’unico Dio, non hanno mai preso in mano il Corano. Eppure basterebbe leggerne pochi versi per rendersi conto che il Testo Sacro dell’Islam non è quel libro dei sogni che il politically correct vaticano ha propinato alle masse. Alcuni versetti : “Uccideteli ovunque li incontriate, e scacciateli da dove vi hanno scacciati: la persecuzione è peggiore dell’omicidio. Ma non attaccateli vicino alla Santa Moschea, fino a che essi non vi abbiano aggredito. Se vi assalgono, uccideteli. Questa è la ricompensa dei miscredenti.” (Corano 2:191).

“Vorrebbero che foste miscredenti come lo sono loro e allora sareste tutti uguali. Non sceglietevi amici tra loro, finché non emigrano per la causa di Allah. Ma se vi volgono le spalle, allora afferrateli e uccideteli ovunque li troviate. Non sceglietevi tra loro né amici, né alleati.” (Corano 4:89).

“Altri ne troverete che vogliono essere in buoni rapporti con voi e con la loro gente. Ogni volta che hanno occasione di sedizione, vi si precipitano. Se non si mantengono neutrali, se non vi offrono la pace e non abbassano le armi, afferrateli e uccideteli ovunque li incontriate.” (Versetto 4:91).

“La ricompensa di coloro che fanno la guerra ad Allah e al Suo Messaggero e che seminano la corruzione sulla terra è che siano uccisi o crocifissi, che siano loro tagliate la mano e la gamba ” (Versetto 5:33).

“Getterò il terrore nei cuori dei miscredenti: colpiteli tra capo e collo [decapitateli], colpiteli su tutte le falangi!” (Versetto 8:12).

“Maledetti! Ovunque li si troverà saranno presi e messi a morte uccisi senza pietà.” (Versetto 47:4).

L’ignoranza è una brutta bestia, quando poi veste bianco, nell’attesa del “fraterno macello”, non ci resta che piangere.

Gianni Toffali

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
ti chiediamo di fare una donazione.

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
e un sito privo di pubblicità.
Fai una donazione!


Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -