Il Nobel Stiglitz: “L’euro ha fallito e Draghi colpevolizza le vittime”

 

 

“Il progetto dell’euro si è rivelato un fallimento economico; in assenza di un’urgente riforma delle istituzioni europee, il rischio che una nuova crisi porti a spinte nazionaliste e alla disgregrazione dell’Unione è sempre più forte”. A lanciare l’allarme è l’economista e premio Nobel Joseph Stiglitz, in occasione della presentazione del suo libro, dall’eloquente titolo “L’euro e la sua minaccia al futuro dell’Europa”.

“La BCE è limitata, ma il problema è nell’eurozona

“Credo che ci siano dei limiti a quanto può fare la Banca Centrale – risponde ad euronews che gli chiede se ritiene sufficiente l’operato di Francoforte -. Il problema non sono le politiche, perché anche con le migliori politiche – e quelle che vediamo non sono le migliori – sarebbe virtualmente impossibile far funzionare l’eurozona, anche con un decisore politico geniale”.

“La diagnosi di Draghi colpevolizza le vittime. I governi da soli non possono niente”

Lo stesso mandato della BCE è troppo limitato, argomenta Stiglitz. Inseguire un’inflazione del 2% ha finora condotto a errori grossolani. Giusto quindi che ora spetti ai governi europei fare la loro parte, come sostiene Mario Draghi?
“No, non credo – risponde Stiglitz -. Draghi, con la sua diagnosi sta cercando di spostare la responsabilità sulle vittime. Quando dice ‘i governi’, la domanda da porsi è ‘quali governi’? Se la Germania gonfiasse la propria economia, se permettesse l’aumento dei prezzi invece di far pesare l’aggiustamento su Paesi come Spagna e Portogallo, questo sarebbe di grande aiuto. Ma la questione fondamentale è la struttura dell’eurozona, cambiare il mandato della Banca Centrale Europea e creare altre istituzioni. I singoli Paesi non possono risolvere il problema da soli”. In questo quadro, secondo Stiglitz, prioritario è quindi completare l’Unione Bancaria e affiancarvi un meccanismo di mutualizzazione dei debiti pubblici e un fondo europeo di solidarietà per la stabilizzazione.

La versione integrale dell’intervista a Joseph Stiglitz sarà presto disponibile su euronews ed euronews.com nell’ambito del programma Global Conversation.



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -