Isis celebra la festa del sacrificio macellando prigionieri come bestie

 

isis-festa-sacrificio02

Appesi, sgozzati e lasciati a piedi all’aria per far defluire tutto il sangue dal corpo. È questa l’ultima e brutale esecuzione compiuta dai tagliagole dell’Isis seguendo i principi imposti dal Corano sulla macellazione della carne.

Uomini macellati come agnelli

Nel video, pubblicato con il titolo The Making of Illusion, e diffuso nel primo giorno del Eid al-Adha, la festa islamica del sacrificio, i terroristi dell’Isis hanno filmato la loro mattanza privata. I prigionieri hanno sempre la solita tuta arancione. Lo sfondo è diverso dal solito: non ci sono dune di deserto o strade flagellate da bombe o mine. Il filmato è girato interamente in un locale chiuso. Un mattatoio. A terra, a dividere le piastrelle, un canale di scolo.

isis-festa-sacrificio01

I detenuti vengono portati di peso dentro uno stanzone. Un uomo, armato di coltello, li trascina uno ad uno a terra. Poi l’arma da taglio trafigge la carne, e recide il collo di ogni prigioniero. Un gancio, molti simile a quello usato nei mattatoi, viene conficcato nel corpo agonizzante di ogni “infedele”.

Il sangue cola dal collo fino a terra e finisce nei canali di scolo del pavimento. La scena si ripete per una dozzina di volte. Il nastro secondo Abu Mohammed, fondatore di un gruppo per i diritti umani, è brutale: “È il peggior filmato mai pubblicato dai tagliagole“. La disperazione, guardando quelle immagini, si mischia con l’agonia degli uomini in arancione appesi come agnelli. “Raqqa è stata macellata in silenzio“. (Clicca qui per vedere il video)

IL GIORNALE



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -