Bergamo, nuovo prefetto: «Accoglienza e moschea sono un diritto»

 

Immigrati e moschee sono il primo pensiero del nuovo prefetto di Bergamo

 

prefetto di Bergamo

«L’accoglienza è un diritto, così come la moschea». Così il nuovo prefetto di Bergamo, Tiziana Costantino, nel primo incontro con la stampa dopo il suo arrivo in città. Lo annuncia il Corriere

«La strategia — dice la Costantino — sarà quella di dialogare il più possibile con il territorio. Farò incontri con i sindaci per trovare le soluzioni migliori per l’accoglienza. L’accoglienza è un dovere per l’Italia e per l’Europa. Bisognerà darsi da fare per evitare che alcuni Comuni subiscano troppa pressione».

“Concedendo sempre più si otterrà sempre meno” di Armando Manocchia

 

Altro tema affrontato dal prefetto, la moschea in città. «So che ci sono stati problemi tra due gruppi islamici — dice —. Faremo incontri per capire cosa fare e trovare una soluzione. Ma avere un luogo di culto è un diritto di tutti. Se poi c’è l’incubo del terrorismo, una moschea organizzata può essere la soluzione migliore per evitare il diffondersi del radicalismo».



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -