Tirreno Power: decretati 186 licenziamenti

 

186 lavoratori in mobilità nei vari siti del gruppo in Italia, di questi 127 a Vado Ligure. Sono i numeri amari che i sindacati nazionali convocati a Roma in delegazione ristretta, hanno appreso da Tirreno Power che sull’argomento esuberi, almeno per il momento, avrebbe chiuso le porte a qualsiasi tipo di trattativa.

Ora si aprono scenari che comprenderanno sicuramente iniziative di sciopero che si preannunciano pesanti sia a livello nazionale, sia a livello locale. Amedeo Testa, segretario nazionale Flaei – Cisl ha affermato: “E’ una doccia scozzese che pensavamo si potesse evitare. Speravamo che l’azienda si presentasse, anche dopo gli impegni presi al ministero, con un piano ben preciso e stabilito di concertazione sugli ammortizzatori da adottare, invece con questo atteggiamento ha aperto la prima crisi vera nel settore elettrico con ripercussioni non indifferenti su tutta la catena di produzione del settore in Italia”.

Testa ha proseguito: “E’ ovvio che ora la situazione si complica e che iniziative di lotta a breve saranno organizzate in tutti siti italiani. Anche se confidiamo di poter ancora avere margini per ribaltare questa situazione, magari con gli incontri in previsione al ministero a fine mese”. [...]

Leggi tutto su rsvn.it



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -